Centro di Psicomotricità Sistemico-Relazionale


Vai ai contenuti

Corsi di psicomotricità

Attività e Servizi




Corsi di Psicomotricità Relazionale
in ambito educativo e preventivo, rivolta a bambini da 3 a 9 anni

La Psicomotricità Relazionale attribuisce valore al gioco spontaneo e alla libera espressione. Per questa sua dimensione ludica è un'attività molto apprezzata dai bambini che frequentano i corsi volentieri e con entusiasmo.

Il clima di sicurezza, accoglienza ed accettazione del bambino, garantito dallo psicomotricista, permette l'espressione dei propri bisogni, dei timori e dei desideri attraverso il gioco, nonché l'acquisizione e il consolidamento di competenze motorie, comunicative e relazionali.

Ambito educativo
Attività svolta in orario scolastico presso la Scuole dell'Infanzia e Primaria. L'offerta fatta dal C.P.S.R. Centro di Psicomotricità Sistemico-Relazionale alle Scuole prevede:
- presentazione al Dirigente scolastico del Progetto di P.R. approvato dall'A.N.P.R.I. e I.I.P.R.:
- minimo 18 incontri di Psicomotricità Relazionale con i bambini;
- un incontro iniziale di presentazione dell'attività ai genitori delle classi interessate;
- un incontro interdisciplinare con le insegnanti, a metà percorso;
- una relazione scritta finale sull'attività del gruppo.


Ambito Preventivo
Particolarmente indicato per la prevenzione ed il trattamento di: ipertattività, comportamento aggressivo, inibizione, difficoltà di relazione, disturbi dell'attenzione.

Percorso Psicomotorio proposto dall'Associazione C.P.S.R.:
- un incontro iniziale informativo con i genitori;
- 18 incontri di Psicomotricità Relazionale;
- un incontro con i genitori per fare il punto della situazione (viene riferito sull'attività svolta e sulle richieste fatte dal bambino) e per consigli pratici da parte dello psicomotricista per favorire il processo di cambiamento e lo sviluppo maturativo del bambino;
- un incontro con insegnanti, a discrezione dello psicomotricista;
- un incontro con altri professionisti che si occupano del benessere del bambino, a discrezione dello psicomotricista.

E' possibile richiedere una relazione scritta, alla fine del percorso, sull'attività svolta dal bambino.

Dopo aver inquadrato la situazione ed identificata la difficoltà si possono trovare soluzioni pratiche, calibrate sulla specifica realtà familiare. La psicomotricità relazionale, oltre a palesare informazioni utili alla comprensione delle necessità del bambino, offre sostegno ed aiuto al bambino nell'affrontare i momenti di difficoltà e le crisi che frequentemente si presentano durante lo sviluppo maturativo.

Home Page | l'Associazione | Attività e Servizi | Psicomotricità Relazionale | Bacheca | Link utili | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu